mercoledì 3 marzo 2010

Colorologi

Cioè color-orologi...
Vi ricordate quella installazione in Piazzale Cadorna a Milano che vi avevo segnalato in un post precedente?
Ora non c'è più, ma si vedono orologi pubblici colorati un po' in giro per tutta la città... arrivando in Cadorna ho avuto l'impressione che gli orologi che erano tutti concentrati in un punto si fossero disseminati per la piazza. Non solo sparsi, ma fossero come una pianta che ha lasciato i semi... infatti si sono moltiplicati e diffusi, li ho visti anche a Porta Venezia:


Se osservate noterete che non solo c'è quello verde in alto, ma anche uno rosso nell'angolo in basso, mischiato ai cartelli della via, che non si vede bene perché non è illuminato, e poi ce n'era un altro dalla parte opposta della strada, mi pare blu... o era fucsia? O ce n'erano due? Chi si ricorda?

Ai lumacotti fucsia invece non ho fatto le foto perché mi sembravano troppo un'attrazione turistica, un sacco di ragazzi ci si facevano fotografare vicino... beh almeno posso dire che abbiano ottenuto lo scopo di far fermare un momento la gente che di solito corre frenetica di qua e di là e ci passa accanto senza farci troppo caso! Per lo meno deve perdere tempo per aggirarli...

Tornando agli orologi, io li ho notati perché spesso in città guardo l'ora per strada anziché al mio polso. Ma quanti si saranno accorti che gli orologi pubblici non sono più quelli di una volta? Non saremo talmente abituati a guardarci addosso da non vedere ciò che ci circonda? Non saremo talmente abituati a fidarci solo di noi stessi, e a diffidare di quello che c'è in giro perché probabilmente non funziona a dovere, che non alziamo nemmeno lo sguardo? Oppure anche vedendo l'orologio che abbiamo visto mille volte passando in quella via, forse a malapena ci accorgiamo che sembra un po' strano ma non capiamo nemmeno perché?

4 commenti: