martedì 13 maggio 2014

C'avrei anche da fare...

La grande pigna di roba da lavare/stirare/rammendare non mi ha concesso molto in questi giorni.
Ho lasciato in sospeso il blog, e dato che ero già dietro con ago e filo mi è venuta voglia di portare avanti un po' il ricamo (di cui ho parlato qui, qui e qui). Penso che per venerdì avrò finito con il verde e nel weekend potrò portarmi dietro solo i fili colorati per i fiori, evviva! ^o^
Foto indegna, lo so!

Sto imparando a fare il pane con la pasta madre: finalmente, dopo molto tentativi, il pane non è più duro come il muro. Nemmeno soffice, a dire il vero, anzi mi è venuto piuttosto gommoso. Ma meglio masticare un chewing-gum che un sasso, direi... io lo vedo come un successo!

In questo momento accanto a me riposa la pasta madre che userò tra poco, la roba appena rammendata da metter via, e il ricamo che ho portato avanti ieri sera. E un tot di casino che non fotograferò :D

Il mio ragazzo mi chiede se mi piacciono le trasmissioni di cucina in TV. Lui si sta facendo una cultura ultimamente (soprattutto quelle in cui lo chef cattivo cazzia i cuochi concorrenti) e vuole farmi intendere che dovrei imparare a cucinare... Vedremo quando la mattina ti sveglierai col profumino di pane appena sfornato! Ma poi perché lo chef di casa non può farlo lui? è_é

3 commenti:

  1. complimenti!! mi spieghi la differenza del pane fatto con la pasta madre e quello con il lievito normale?
    oltre al fatto di nn essere duro, intendo.
    ma anche come si fà a procurarsi la pasta madre.
    ciao cara, vedo che sei sempre indaffarata.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pasta madre si usa al posto del lievito, è una pasta fermentata il cui fermento fa lievitare il pane.
      Sul pane finito, la differenza di sapore non è poi così determinante da farti cambiare tipo di lievito, i motivi sono più che altro salutistici. Mi dicono per esempio che il pane fatto con la pasta madre sia più facile da digerire e faccia ingrassare meno. Ma penso che il vero motivo per cui la gente lo preferisce è che sa tanto di "fatto in casa alla vecchia maniera"... senza contare il divertimento di accudirlo, in pratica è come avere in casa un Tamagochi! Devi dargli da mangiare, devi aspettare che riposi, per la lievitazione ha dei tempi tutti suoi...

      Per procurarti la pasta madre, puoi farla tu da zero facendo fermentare farina e acqua; anche se non è indispensabile, spesso per aiutare la lievitazione si aggiunge anche un cucchiaino di miele o yogurt naturale, o un pezzetto di frutta che poi va tolto, o altro... ognuno di questi elementi darà un sapore lievemente diverso alla pasta madre.
      Oppure puoi farti dare la pasta madre da qualcuno che ce l'ha già: tanto si moltiplica! Se non le dai da mangiare almeno una volta alla settimana va a male, e quindi quella cresce di continuo.
      Io non sono partita da zero e quindi non posso darti una ricetta, ma basta cercare su Internet, se ce l'ha fatta mio papà puoi farcela anche tu!

      Elimina